LoginIscrivitiSegnala uno Spettacolo • Anno 8 - Numero 17  
Guarda le repliche di questo spettacolo!
Commenta lo spettacolo! Leggi le recensioni dei Redattori!
LA LOCANDIERA
La Locandiera

I Commenti

I Commenti degli Utenti

Questo spettacolo non ha ancora commenti.
Sai che puoi inserirne uno?
Per farlo clicca su Commenta lo Spettacolo!

Inoltre, puoi dargli un voto cliccando il pulsante Vota questo Spettacolo
qui in alto e puoi ricevere un promemoria via e-mail quando inizieranno le repliche, con il servizio Show Alert.

LO SPETTACOLO

Autore: Carlo Goldoni
Regia: Giuseppe Marini
Genere: commedia dell'arte
Compagnia/Produzione: Società per Attori
Cast: Con: Nancy Brilli, Fabio Bussotti, Claudio Castrogiovanni, Maximilian Nisi, Fabio Fusco, Andrea Paolotti

Descrizione
Adattamento e regia: Giuseppe Marini
Capolavoro goldoniano scritto nel 1750, “La Locandiera” non ha mancato di esercitare nel tempo, proprio come la sua protagonista, una certa misteriosa malia incantatrice. Mirandolina è infatti una donna“moderna”: pratica, schietta, ingegnosa, calcolatrice, risoluta. Ha però un punto debole: il suo narcisismo femminile. Abituata a civettare con i suoi clienti, dai quali è perennemente corteggiata, si trova alle prese
con un cavaliere rustico e misogino che mortifica il suo orgoglio. Avviene così la lotta tra i sessi, in un gioco di relazioni pericolose in cui l’Amore è sostituito dalla finzione. Il regista Giuseppe Marini presenta l’opera secondo una chiave di lettura moderna, pur lasciando inalterati quei temi che l’hanno resa immortale.
Date repliche a cura di
Aldo Conforto TEATRO DI CALABRIA AROLDO TIERI
Scheda spettacolo a cura di
Aldo Conforto TEATRO DI CALABRIA AROLDO TIERI

LA LOCATION

CIVICO
p.zza Mentana 1 - La Spezia (SP)
Tel: Tel. 0187 757075
Email: teatro.civico@comune.sp.it Sito Web: www.laspeziacultura.it


LE REPLICHE Posizionati sulla data per conoscere orario e prezzo max

Repliche passate (dal 09/01/2014 al: 10/01/2014)

LE RECENSIONI


La recensione di Wanda Castelnuovo

LA LOCANDIERA

Il ruolo de ‘La locandiera” - classico della letteratura italiana e manifesto della riforma teatrale di Carlo Goldoni (Venezia 1707 - Parigi 1793) che pone fine all’antica e gloriosa Commedia dell’Arte - lungi dall’essere semplice, richiede una grande duttilità interpretativa e continua a esercitare un fascino innegabile su attori e registi per freschezza, vivacità e modernità.
D’altra parte lo stesso Goldoni, figlio della sua epoca e interprete dei mutamenti di una società le cui certezze sono messe in crisi dall’illuminismo, lungi dall’essere sorpassato come ignoranti ‘modernisti’ vorrebbero far credere o dall’indurre tedio, ha una capacità di analisi dell’umanità e una qualità di scrittura che lo rendono intramontabile.
Mirandolina esprime, dunque, le infinite sfaccettature dell’eterno femminino con vizi e virtù: astuzia, intraprendenza, autonomia, attrazione, civetteria e seduzione sottile e tenace, una figura femminile amata dal suo autore che ha sempre evidenziato una volontà di riscossa da parte della donna in una società in cui era subalterna all’uomo.
L’adattamento del regista Marini, che vuole dare una chiave attuale alla pièce, corre più sul filo della sensualità e dell’eros che della seduzione facendo del personaggio una “donna in carriera” all’ennesima potenza con meno sfumature ironiche rispetto al testo originale e un po’ troppo asciutta: forse è il difetto della società contemporanea in cui si crede che progresso e libertà equivalgano anche all’ostentazione della sensualità.
Nancy Brilli simpatica, vivace, brillante e bella è in perfetta linea con questa interpretazione così come lo sono con punte eccessive quelle del Conte di Albafiorita, del Cavaliere di Ripafratta e di Ortensia. Troppo lezioso nell’insieme il primo, con abbigliamento fetish non in linea con la sua misoginia il secondo e ridicola la terza en travesti troppo caricaturale.
Convincente il marchese di Forlipopoli, macchietta di una società aristocratica in decadenza, che, avendo perso il denaro, è rimasto senza credibilità.
L’essere la locandiera così disincantata e amaramente riflessiva la rende troppo matura e lontana dall’amorosa ingenuità di Fabrizio - ottimamente interpretato - di cui non è innamorata: più un fratello minore che un suo pari.
Affascinante la scenografia mobile che rende dinamici i cambi di scena.

Visto il 10/01/2013 a Milano (MI) Teatro: Manzoni

Leggi le altre recensioni dello stesso autore
Voto: Voto del Redattore: Wanda Castelnuovo

Per saperne di più su Show Alert, clicca qui.

SEGUICI

SPECIALE TURISMO

Check In

LA NEWSLETTER

 

IL CARTELLONE


IN SCENA

Abruzzo
Aquila - AQ Chieti - CH
Pescara - PE Teramo - TE
Basilicata
Matera - MT Potenza - PZ
Calabria
Catanzaro - CZ Cosenza - CZ
Crotone - KR Reggio C. - RC
Vibo Valentia - VV
Campania
Avellino - AV Benevento - BN
Caserta - CE Napoli - NA
Salerno - SA
Emilia Romagna
Bologna - BO Cesena - FC
Ferrara - FE Forlì - FC
Modena - MO Parma - PR
Piacenza - PC Ravenna - RA
Reggio E. - RE Rimini - RN
Friuli Venezia Giulia
Gorizia - GO Pordenone-PN
Trieste - TS Udine - UD
Lazio
Frosinone - FR Latina - LT
Rieti - RI Roma - RM
Viterbo - VT
Liguria
Genova - GE Imperia - IM
La Spezia - SP Savona - SV
Lombardia
Bergamo - BG Brescia - BS
Como - CO Cremona - CR
Lecco - LC Lodi - LO
Mantova - MN Milano - MI
Monza - MB Pavia - PV
Sondrio - SO Varese VA
Marche
Ancona - AN Ascoli - AP
Macerata - MC Pesaro - PU
Urbino - PU
Molise
Campobasso-CB Isernia - IS
Piemonte
Alessandria - AL Asti - AT
Biella - BI Cuneo - CN
Novara - NO Torino - TO
Verbania - VB Vercelli - VC
Puglia
Andria - BAT/BT Bari - BA
Barletta - BAT/BT Brindisi - BR
Foggia - FG Lecce - LC
Taranto - TA Trani - BAT/BT
Sardegna
Carbonia - CI Cagliari - CA
Iglesias - CI Nuoro - NU
Oristano - OR Sassari - SS
Sicilia
Agrigento - AG Caltanissetta-CL
Catania - CT Enna - EN
Messina - ME Palermo - PA
Ragusa - RG Siracusa - SR
Trapani - TP
Toscana
Arezzo - AR Carrara - MS
Firenze - FI Grosseto - GR
Livorno - LI Lucca - LU
Massa - MS Pisa - PI
Pistoia - PT Prato - PO
Siena - SI
Trentino Alto Adige
Bolzano - BZ Trento - TN
Umbria
Perugia - PG Terni - TR
Valle D'Aosta
Aosta - AO
Veneto
Belluno - BL Padova - PD
Rovigo - RO Treviso - TV
Venezia - VE Verona - VR
Vicenza - VC
ESTERO
Croazia Francia
San Marino Svizzera


HOME    Login    Chi siamo    I Redattori    Dalla Redazione    Dicono di Noi    Privacy    Contattaci    Preferiti    Imposta come Homepage - © 2003-2014 Teatro.Org
Testata giornalistica registrata al ROC il 30 agosto 2006 - n. 14662 e presso il Tribunale di Milano il 30 maggio 2008 - n. 342 - Direttore Responsabile Fabienne Agliardi This website is ACAP-enabled